.
Annunci online

 
ilpudoredellascrittura 
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  CampusOne
Luciano Giustini weblog
Zu, parole parole parole...
Comzine blog
..........è tutto falso....
Blog Notes, weblog di Giuseppe Granieri
[zop blog]
La pizia blog
oiraid
Deeario
Manteblog
Paolo Valdemarin Weblog
Macchianera
Il Mappamondo
Brodo Primordiale
leonardo
Nocturns
giuliomozzi
Palomar
Esperimento
  cerca

Search Popdex:

Popdex Citations

Google

Un solo click, tanti blog.


 

Diario | Culture digitali |
 
Culture digitali
1visite.

18 giugno 2004


Dopo aver letto le varie relazioni scaricate dal sito Culture digitali, ho catturato questi stralci che ritengo importanti.


L'era del dilettante, Critica letteraria, weblog e mass-amateurisation di Jacopo De Michelis


Nel caso specifico del sistema editoriale, la trasformazione in atto riguarda soprattutto il ruolo del lettore, che nella catena della produzione editoriale (autore –> casa editrice –> distribuzione/libreria –> critica –> lettore) è stato finora l'anello ultimo e più debole, il terminale muto e passivo (target, bersaglio, nella terminologia del marketing) di scelte e messaggi semplicemente subiti, ma che adesso, grazie alla Rete, diventa protagonista, acquisisce voce e potere, andando in particolare ad occupare spazi tradizionalmente di competenza della critica letteraria ma che essa non intende o non sa più coprire.


 

Luca De Biase

Blog giornalistici: il gioco dello scambio



Il blog è il Web, in una delle forme che la ragnatela sa assumere. E quindi va visto in una prospettiva più ampia.


Come scriveva lo storico francese Fernand Braudel: «Finché la vita quotidiana si svolge senza troppe difficoltà sui suoi binari, entro il quadro delle strutture tradizionali, finché la società si accontenta delle sue consuetudini, vi si trova a proprio agio, nessuna motivazione economica spinge allo sforzo del cambiamento. I progetti degli inventori (ce n’è sempre) restano inattuati. Solo quando la società urta nel tetto del possibile, il ricorso alla tecnica si impone da solo, si risveglia l’interesse per le mille e una invenzione ancora latenti, fra cui occorrerà riconoscere la migliore, quella che spezzerà gli ostacoli, aprendo un nuovo futuro.


Perché esistono sempre molte innovazioni possibili, come adddormentate, che un bel giorno diventa urgente svegliare».


I blog rientrano in questo genere di processo. I blog non sono una rivoluzione concettuale ma la realizzazione di una delle idee profondamente innovative che sono emerse con l’apparire del Web e che fino ai blog non riuscivano a trovare la strada per un’applicazione diffusa. Ma


rispondono, in linea con il Web del quale sono parte, a un bisogno profondamente sentito nel mondo dell’informazione.


 

ALESSANDRO ZACCURI

Blog or Perish. La critica letteraria dopo Internet


In una parodia di Georges-Armand Masson, un André Gide apocrifo riempie pagine e pagine del suo Journal di annotazioni del tutto irrilevanti e narcisistiche, salvo poi prendersela con il diario di un non meglio precisato «M…», che definisce «agghiacciante»: «Non parla che di se stesso. E quanti particolari insignificanti!

Il finto Gide segue un criterio che, per molti aspetti, rischia di essere simile a quello adottato da alcuni blogger: è interessante quello che mi interessa, è bello quello che mi piace, è giusto quello che dico io.




permalink | inviato da il 18/6/2004 alle 1:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

8 giugno 2004

News+Gallery

Le varie relazioni e news riguardo il convegno di Napoli si possono trovare sul sito Culture Digitali: i Weblog e la nuova sfera pubblica. Inoltre consiglio di vedere la Gallery offerta da Pandemia: tutto quanto avreste voluto vedere e che nessuno vi ha fino ad ora mostrato, direttamente da Napoli....! Interessante!




permalink | inviato da il 8/6/2004 alle 17:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

4 giugno 2004




Anche se il 4 Giugno 2004 verrà ricordato per l'arrivo di Bush a Roma, si attendono news dall'evento organizzato dalla Facoltà di Sociologia dell’Università Federico II con l'apporto decisivo di Giuseppe Granieri, knowledge architect, collaboratore di Internet News e del Sole 24 Ore, animatore del Blog Aggregator.




permalink | inviato da il 4/6/2004 alle 19:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

3 giugno 2004

I WEBLOG E LA NUOVA SFERA PUBBLICA


Università degli Studi di Napoli Federico II


Facoltà di Sociologia


Napoli, Complesso di San Marcellino - 4 giugno 2004



 


Il programma relativo al convegno:

Ore 09:00: SALUTI


Enrica Amaturo. Preside della Facoltà di Sociologia dell'Università di Napoli Federico II



 


Ore 09:15: INTRODUZIONE EPISTEMOLOGICA


» Derrick De Kerckhove. Studioso di New Media, è docente di Sociologia delle Culture Digitali presso la Facoltà di Sociologia della Federico II.


» Paolo Valdemarin. CEO di Evectors e sviluppatore (insieme a Matt Mower) di ENT (Easy News Topic)



 


Ore 11:00: I NUOVI SPAZI DELLA CRITICA


» Jacopo De Michelis. Responsabile della collana Black di Marsilio.


» Alessandro Zaccuri. Giornalista, critico e scrittore.


» Alberto Abruzzese. Professore ordinario di Sociologia delle comunicazioni di massa, corso di laurea in Scienze delle Comunicazioni, Università La Sapienza.


» Gianluca Nicoletti. Conduttore di Golem (Radio Rai).



 


Ore 15:00: I WEBLOG E LA DISCUSSIONE POLITICA


» Joi Ito. CEO di Neoteny, membro del Net Advisory Network per la campagna elettorale del senatore Howard Dean.


» Loic Le Meur. Responsabile per l'Europa di SixApart, membro del World Economic Forum.


» Stefano Cristante. Insegna Sociologia della comunicazione presso l'Università degli Studi di Lecce.


» Rosanna De Rosa. Docente di Comunicazione Politica alla Facoltà di Sociologia dell'Università di Napoli Federico II.



 


Ore 17:15: I WEBLOG NELL'ECOSISTEMA INFORMATIVO


» Beppe Caravita. Giornalista del Sole 24 Ore.


» Luca De Biase. Giornalista e scrittore.


» Antonio Sofi. Coordinatore del Master in Giornalismo On Line dell’Università di Firenze.




permalink | inviato da il 3/6/2004 alle 22:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

2 giugno 2004

Culture Digitali


Il tanto atteso appuntamento sta arrivando. Sarà la giornata di incontro dei vari protagonisti, blogger, studiosi, esperti di comunicazione tra cui, Enrica Amaturo, Derrick De Kerckhove, Paolo Valdemarin, Antonio Sofi, Alberto Abruzzese, Beppe Caravita, GianlucaNicoletti, Joi Ito. Finalmente dopo varie polemiche e dibattiti si confronteranno a Napoli venerdì 4 giugno presso il complesso di San Marcellino nel centro antico di Napoli. La giornata di studi (www.blogosphere.it) è promossa dalla Facoltà di Sociologia della “Federico II”.



I temi saranno tre, che coincideranno con le sezioni specifiche del Convegno:


 


a) weblog e politica;


b) weblog e informazione;


c) weblog e critica.




permalink | inviato da il 2/6/2004 alle 23:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia