Blog: http://ilpudoredellascrittura.ilcannocchiale.it

Me gustas cuando callas

Me gustas cuando callas porque estas como ausente y me oyes desde lejos, y mi voz no te toca. Parece que los ojos se te hubieran volado y parece que un beso te cerrara la boca.

Como todas las cosas estan llenas de mi alma emerges de las cosas llenas del alma mia. Mariposa de ensueño, te pareces a mi alma y te pareces a la palabra melancolia.

Me gustas cuando callas, y estas como distante y estas como quejandote, mariposa en arrullo Y me oyes desde lejos y mi voz no te alcanza: dejame que me calle en el silencio tuyo.

Dejame que te hable tambien con tu silencio claro como una lampara, simple como un anillo. Eres como la noche callada y constelada. Tu silencio es de estrella, tan lejano y sencillo.

Me gustas cuando callas porque estascomo ausente, distante y dolorosa como si hubieras muerto. Una palabra entonces, una sonrisa bastan. Y estoy alegre, de que no sea cierto.

Mi piaci quando taci

Mi piaci quando taci perché sei come assente, e mi ascolti da lontano, e la mia voce non ti tocca. Sembra che si siano dileguati i tuoi occhi e che un bacio ti abbia chiuso la bocca.

Siccome ogni cosa è piena della mia anima tu emergi dalle cose, piena dell'anima mia. Farfalla di sogno, assomigli alla mia anima, e assomigli alla parola malinconia.

Mi piaci quando taci e sei come distante. Sembri lamentarti, farfalla che tuba. E mi ascolti da lontano e la mia voce non ti giunge: lascia che io taccia con il silenzio tuo.

Lascia che ti parli anche con il tuo silenzio chiaro come una lampada, semplice come un anello. Sei come la notte, silenziosa e stellata. Il tuo silenzio è di stella, così lontano e semplice.

Mi piaci quando taci perché sei come assente. Distante e dolorosa come se fossi morta. Poi basta una parola, un sorriso.

E sono felice, felice che non sia vero.

Pablo Neruda

 

Pubblicato il 9/3/2006 alle 23.7 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web